Visualizzazioni totali

sabato 7 marzo 2015

I SETTE PECCATI CAPITALI BOOK-TAG

Buongiorno ragazzi!
Come ve la passate? Io salto da un'influenza all'altra mentre passo le mie notti a studiare...eh, la vita dello studente. 
ANYWAY oggi sono qua per un altro TAG (non ne facevo da tempo, devo recuperare!) sui sette peccati capitali...ci sarà da divertirsi!
 







AVIDITA'
Qualè il tuo libro meno caro? E quale, invece, il più caro? 

 La trilogia di Shiver l'ho comprata su amazon per soli 6€ mentre Il Cardellino, sebbene lo abbia comprato con lo sconto, è il libro più costoso che possiedo.








IRA:
Con quale autore hai un rapporto di amore/odio?
 Un'autrice con uno stile meraviglioso ma una storia, secondo me, narrata con un ritmo troppo lento. Devo ancora recuperare il seguito ma ripongo le mie speranze nel continuo!

 
 
 
 
 
 

INGORDIGIA:
Quale libro hai deliziosamente letto e riletto senza alcuna vergogna?
 Non sono affatto una tipa che rilegge i libri ma Obsidian l'ho riletto per ben tre volte. Cosa non farei per Daemon...









PIGRIZIA:
Quale libro non hai mai letto a causa della tua pigrizia?
Insomma, potrei nominare un po' tutte le letture che mi sono state assegnate per scuola. libri spesso iniziati ma mai finiti. E anche le Confessioni di Sant'Agostino non fanno eccezione. Ma prima o poi le finirò...è solo questione di tempo.









ORGOGLIO(decisamente il mio peccato):
Di quale libro parli quando vuoi sembrare un intelligentone?
 Non mi è mai capitato..ma se me la volessi tirare immagino che parlerei del ritratto di Dorian Gray che, per altro, è anche il mio libro preferito.










LUSSURIA:
Quali caratteristiche trovi attraenti in un personaggio maschile o femminile?
(Il mio Daemon Black immaginario)
 WOHOOO...che domandona! Allora..in un personaggio femminile adoro la forza, la tenacia. Adoro forti personaggi femminili che non si fanno mettere i piedi in testa.
Nei personaggi maschili invece prediligo quelli bastardelli...sempre con la battuta pronta e un passo avanti a tutti. Non mi hanno mai fatto molto effetto quelli dolci...









INVIDIA:
Quali libri ti piacerebbe ricevere come regali?
 Sicuramente questa trilogia. Ma prima o poi, volente o nolente, sarà mia!





Quali sono i vostri peccati?
Come ve la passate?
Fatemi sapere nei commenti!

domenica 1 marzo 2015

Four di Veronica Roth

Buongiorno a tutti!
Oggi sono qua per la recensione di un libro che mi sta particolarmente a cuore: Four di Veronica Roth.

Per chi non lo sapesse Four contiene quattro novelle narrate dal punto di vista di Quattro che precedono e seguono gli avvenimenti di Divergent.



Autrice: Veronica Roth
Prima pubblicazione: 2015
Titolo: Four
Casa editrice: DeA
Prezzo: 14.90 €
Pagine: 281
Titolo originale: Four




TRAMA:
Quando per Tobias, il figlio sedicenne del leader degli Abneganti, arriva il giorno della scelta, il ragazzo non ha dubbi: vuole passare negli Intrepidi, perché questa è la sua unica possibilità di allontanarsi dal padre violento. Quattro - questo è il nome che si è dato - può iniziare così la sua nuova vita, con l'obiettivo di sconfiggere tutte le sue paure... Il percorso da fare è ricco di soddisfazioni, ma anche pieno di ostacoli e solitario, almeno fino a quando non fa la sua comparsa una ragazza davvero speciale.






RECENSIONE:



Ancora una volta, Veronica Roth non mi ha deluso.
E' impressionante come questa storia, questo mondo, questi personaggi siano importanti per me.
Con Four si recupera la stessa atmosfera di Divergent ma con un narratore completamente diverso: Quattro.
Devo dire che stavolta vivere la storia attraverso Quattro è stato nettamente migliore che in Allegiant, dove i punti di vista si confondevano e i personaggi si mescolavano.




Ammetto che tuffarsi nuovamente in questa storia consapevoli della fine, è stato straziante. Allo stesso tempo però è stato bello rivedere quei personaggi che mi hanno accompagnato per tre libri attraverso emozioni indescrivibili.



''<<Il mio primo istinto sarebbe di spingerti al massimo, spingerti finchè non ti spezzi, solo per vedere quanto resisti.>> E' una confessione strana, azzardata. Io non intendo farle alcun male, non ne ho mai avuta l'intenzione. Spero che capisca che non è questo quello che voglio dire. <<Ma resisto.>>''


Così come per molti altri, la mia novella preferita è stata la terza. Traditore infatti segue gli eventi di Divergent e ci mostra con gli occhi di Tobias l'inizio della storia d'amore tra lui e Tris.
E' una sensazione estremamente dolceamara quella che accompagna la lettura: da una parte il desiderio di saperne di più su Quattro e sul suo passato, il desiderio di tornare ai tempi d'oro di Divergent, dall'altra un dolore perenne che accompagna ogni singola parola e permea le pagine di tristezza.




In definitiva un must-read per tutti quelli che hanno amato Divergent. Un libro all'altezza delle spettative che rende giustizia al personaggio di Quattro e ci fa tornare, se pur per brevi istanti, in quella Chicago distopica che ci ha fatti sognare.
Una lettura estremamente veloce ed intensa, che lascia con la voglia di averne di più.








VOTO COMPLESSIVO:

E voi cosa ne pensate? 
Avete letto questo libro?
Fatemi sapere nei commenti!

domenica 22 febbraio 2015

CURRENTLY READING Il Cardellino di Donna Tartt

Buongiorno a tutti signore e signori!
Come ve la passate?
Io tiro avanti...

Rubrica a cadenza -teoricamente- settimanale nella quale vi dirò cosa sto leggendo al momento.


Oggi sono qua per parlarvi di un libro che ho cominciato a leggere da poco e che continuerò a leggere per quello che secondo me sarà un lungo tempo: Il Cardellino di Donna Tartt.


Ho comprato questo libro perchè ne avevo sentito parlare benissimo da diverse persone e con lo sconto del 25% all'IBS ma non nego che la mole mi faccia assai paura. In realtà ho già letto libri con lo stesso numero di pagine ma stavolta temo di aver davvero trovato pane per i miei denti.
Beh..non saprei bene che dirvi di questo libro, visto che sono più o meno a 50 pagine e la storia ancora non ha ingranato. 
Posso sicuramente dirvi che lo stile della Tartt si delinea immediatamente in un approfondito interesse per la psicologia dei personaggi e per il loro passato.
Una scrittura minuziosa e un'attenzione ai dettagli, sopratutto visivi, davvero meravigliosa.
Incrocio le dita e spero di essere presto trascinata in un nuovo mondo!


E voi avete letto questo libro?
Che cosa ne pensate?
Che cosa state leggendo al momento?

martedì 17 febbraio 2015

Coffee BOOK-TAG!

Buongiorno ragazzi!
Scusatemi se sono stata assente ultimamente ma pare che la sfortuna mi perseguiti. Ebbene sì, infatti ieri sono dovuta andare al pronto soccorso per un problema all'occhio e adesso sono a casa a farmi riempire di medicinali e coccole.
Beh, guardiamo il lato positivo..almeno ho tempo per scrivere sul blog!
Ad ogni modo...voi come ve la passate?
Oggi sono qua per il Coffee BOOK-TAG. Io amo il caffè ed amo i libri, non potevo trovare TAG migliore.
Btw, il TAG l'ho preso da Katytastic qui.



NERO
Nomina una serie difficile da iniziare ma con fans sfegatate



Ebbene sì, per me è Hunger Games. Un libro che mi è stato ostico non solo da iniziare ma anche da finire. Avendo finito Il Canto della Rivolta da più di un mese mi rendo conto ormai che la mia poca affinità con questa serie probabilmente è causata dallo stile della Collins. 
However, la mia è solo una voce discordante in un coro di fans sfegatate!





MOCHA ALLA MENTA(esiste?)
Nomina un libro che diventa più popolare in inverno o duranti i periodi festivi dell'anno



Appena ho letto questa domanda ho pensato ''LET IT SNOW!''
Non a caso quest'anno, per Natale, mi sono fatta regalare proprio questro libro dai miei. Ogni anno vedo booktubers e bookbloggers rispolverare questo libro..spero proprio di leggerlo il prima possibile!





CIOCCOLATA CALDA(il mio tesssssoooooro!)
Qual'è il tuo libro per bambini preferito?


Non avendo letto tutti i libri di Harry Potter (LO SO, SHAME ON ME.)(Ma prima o poi rimedierò, lo giuro) opto per Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo. Una serie estremamente facile da leggere e divertente..straconsigliata!






DOPPIO ESPRESSO
Nomina un libro che ti ha tenuto incollato alla sedie dall'inizio alla fine


Questa la vince, senza il minimo dubbio, World After. Questo libro mi ha letteralmente tenuta incollata ad ogni pagina nella speranza di vedere i due protagonisti insieme.
 E' una ship tragica gente, capitemi.







STARBUCKS
Nomina un libro che vedi ovunque





Ultimamente chiunque, a buon ragione, parla di questo libro. Non esiste angolo della terra dove la sexaggine di Jamie non sia arrivata. Ogni donna è preda del suo fascino. E TUTTI NE PARLANO.
Me compresa.








OOOPS! HO PER SBAGLIO PRESO UN DECAFFEINATO
Nomina un libro dal quale ti aspettavi di più





Mi aspettavo i fuochi d'artificio da questo libro ma, aimè, ne sono rimasta stra stra stra delusa.
Se volete sapere meglio cosa ne penso cliccate qui, ad ogni modo sono rimasta molto delusa da questo libro.








QUELLA PERFETTA MISCELA
Nomina un libro o una serie che è stata sia amara che dolce ma, alla fine, soddisfacente



E chi l'ha letto saprà che cosa intendo per ''amaro''. Un finale decisamente atipico e sconvolgente, ma assolutamente perfetto.





Invito a fare questo TAG le meravigliose signorine:
-Eli di Me & Pru
-Caterina di Bum Bam Book

Mi raccomando di visitare i loro blog!




E voi come ve la passate?
Che libri state leggendo?
Un abbraccio!


lunedì 9 febbraio 2015

Magisterium di Holly Black e Cassandra Clare, Il vecchio e il mare di Hemingway, La quinta onda di Rick Yancey

Buongiorno fanciulli! Come state? Io sto passando un periodaccio..ho anche la febbre!
Ad ogni modo...rieccomi qua con tre mini recensioni. Lo scorso post ha riscosso successo quindi spero che vi piaccia anche questo!
Come sempre per leggere i dettagli dei libri (pagine, prezzo ecc ecc) cliccate sul titolo!





MAGISTERIUM di Holly Black e Cassandra Clare


 
 
C'è chi lo ha paragonato ad Harry Potter e, effettivamente, le somiglianze non si possono negare. Nonostante ciò, io ho amato questo libro. Non conosco lo stile di Holly Black ma la penna della Clare, per me, è inconfondibile. 
Il modo di delineare i personaggi, di far evolvere la storia, di sconvolgere il lettore quando meno se lo aspetta: adoro queste caratteristiche.
Un esordio che getta le fondamenta ad una serie che si preannuncia super-esplosiva e che promuovo a pieni voti. 
Leggere questo libro è stato come ritornare a casa, nel proprio cantuccio caldo e confortevole...non vedo l'ora di sapere cosa succederà nei prossimi libri!







IL VECCHIO E IL MARE di Ernest Hemingway




Questa è stata una lettura che mi ha molto sorpresa. Con le sue 135 pagine Il vecchio e il mare è riuscito a farmi affezionare al protagonista di questa storia. E' riuscito a catapultarmi in un mondo totalmente diverso dal mio e a farmi sentire a casa in quel mondo. 
Ed è per questo che questo libro è considerato un classico: per l'innata capacità di Hemingway di provocare emozioni nel lettore con poche parole. 
Ad ogni modo la mia è solo una lettura testuale, anche se mi piacerebbe molto rileggere questo libro e studiarlo più approfonditamente.
Una lettura veloce ma sorprendente, consigliata assolutamente a tutti.







LA QUINTA ONDA di Rick Yancey



Questo è stato un libro che mi ha lasciata a bocca aperta. Non mi aspettavo minimamente di leggere una storia così intensa con dei personaggi così ben definititi e sfaccettati. Rick Yancey con questo libro si dimostra un maestro nell'arte di calarsi nei panni altrui. E' capace di indossare con disinvoltura le vesti di una ragazzina distrutta dalla perdita dei parenti ma incedibilmente tenace, di un ragazzo rabbiosamente attaccato alla vita, di un bambino incredibilmente dolce.
All'inizio avevo paura che Rick Yancey, essendo un uomo, non sarebbe stato capace di far giustizia al personaggio di Cassie. Fortunatamente, mi sono dovuta ricredere.
E se ve lo state chiedendo, io sono Team Evan, senza il minimo dubbio.
Peccato che il seguito, a quanto pare, verrà tradotto solo in concomitanza del film...ovvero tra parecchi mesi.
Fatemi compagnia nell'attesa del prossimo volume e raggiungetemi anche voi in questo mare di disperazione.




Voi avete letto questi libri?
Quale vi piacerebbe leggere?
Cos'altro mi consigliate?


 

martedì 3 febbraio 2015

CHIT CHAT: Il romanticismo nei libri

Buongiorno a tutti! Come procede la giornata? 


Rubrica a cadenza totalmente casuale nella quale sclererò su cose random.


Oggi sono qua con un CHIT CHAT nel quale volevo dire la mia opinione su alcuni recenti fenomeni letterari come ''Uno splendido disastro'' o ''Il ragazzo che entrò dalla finestra e si infilò nel mio letto''

Come sempre sarò molto schietta: a me questi libri non sono piaciuti, per nulla.

Devo dire che come lettrice sono molto flessibile quando si parla di verosomiglianza storica e molto critica quando si parla di storie d'amore.

Come ormai avrete capito, tendo sempre a leggere libri che abbiano del romance al loro interno. Trovo che dia più pepe alla storia, la renda più intensa e allo stesso tempo più facile da leggere.
Ad ogni modo tendo ad evitare come la peste i contemporanei romantici e 
finisco sempre per optare per uno YA o un romanzo storico.









 

 

Forse sarò strana, ma tendo ad evitare i contemporanei perchè credo che sia molto ma molto ma molto difficile scrivere un intero libro sulle vicende amorose di due personaggi senza scocciare il lettore o cadere in tipici clichè. Per questo trovo più confortevole leggere romanzi in cui il romance si appoggi ad elementi fantastici.

 



E' questo l'esempio della mia amatissima serie Lux. Me ne avrete sentito parlare all'infinito ormai, ma come posso non ripetermi? Questi libri sono estremamente soddisfacenti da leggere. Leggeri senza essere frivoli, interessanti senza essere pesanti, avventurosi senza essere noiosi. Tutte queste caratteristiche positive sono date proprio da una storia d'amore ben equilibrata.

Ma passiamo all'eccezione che conferma la regola: Le coincidenze dell'amore di Colleen Hoover.
Un magnifico contemporaneo che racconta un'altrettanto meravigliosa storia d'amore tra due ragazzi da un passato molto travagliato.

Ed eccoci ad un'altra nota dolente: il passato dei protagonisti.
Detesto quando gli autori, non sapendo più come mettere i bastoni tra le ruote alla coppia di turno, scelgono di giocare la carta del passato turbolento.

 




 

Tralasciando il fatto che gran parte del panorama contemporaneo attuale, secondo la mia personalissima opinione, sia inquinato da libri scritti coi piedi, spesso il problema che trovo con i contemporanei è che mancano di credibilità.

Possibile che la protagonista sia sempre bellissima ma non consapevole della sua bellezza?
Possibile che riesca sempre a cuccarsi il gran topo di turno?
Possibile che il loro amore sia sempre così forte da sopportare le atroci avversità che gli autori pongono sul loro cammino?

 


Insomma, secondo me, l'attuale sezione contemporanei, fatte le dovute eccezioni, risulta piuttosto monotona e scadente. Voi cosa ne pensate? Anche voi avete la stessa impressione?

Insomma, spero di avervi reso la mia idea e di non aver offeso nessuno dicendo che non mi sono piaciuti ''Uno splendido disastro'' e ''Il ragazzo che entrò dalla finestra e si infilò nel mio letto''. Fatemi sapere la vostra!








Quali sono i libri che non avete proprio potuto sopportare?
E quali sono le vostre eccezioni?
Come vi schierate in questa discussione?

sabato 31 gennaio 2015

In My Mailbox # 6 (dove Daniela finisce lo spazio nella libreria)


Buongiorno a tutti! 
Ed è con un estremo e terribile ritardo che vi mostro gli ultimi libri entrati in casa Young!
Come sempre, per trame ecc ecc...cliccate sul titolo!

 Allora, Il Figlio di Nettuno mi è stato regalato per Natale dai miei.  L'ho già letto e mi è piaciucchiato. Il Cardellino invece mi sono decisa a comprarlo al 25% dopo aver sentito recensioni super positive, spero che non mi deluda. Tutta la luce che non vediamo l'ho poi trovato in perfette condizioni a metà prezzo tra gli usati all'IBS..una bella fortuna, eh?


E finalmente anche io posso unirmi a coloro che hanno letto la trilogia di Hunger Games! Anche per questi libri devo ringraziare i miei genitori che me li hanno regalati per Natale. Tutto sommato la trilogia mi è piaciuta ma non mi ha convinta del tutto, specialmente a causa dello stile della Collins.




Le perle di questa Book Haul: L'amore bugiardo, che ho amato follemente, e i due romanzi che seguono e concludono la trilogia del mio amato, amatissimo Cavaliere d'Inverno. Adesso sto leggendo Tatiana & Alexander, il secondo volume, e, come era prevedibile, lo sto adorando con ogni briciola del mio essere.









Ed eccoci arrivati a questa carinissima edizione di Ragione e Sentimento! Ormai ho cominciato a collezionare i MiniMammut e non riesco a smettere. Le tragedie di Eschilo invece sono per scuola (finalmente facciamo la tragedia!) e Let it Snow mi è stato regalato dai miei per Natale.








Ecco un altro meraviglioso trio. Questi sono tutti libri che mi sono stati regalati con tanto affetto da me stessa (Farsi regali da soli è cosa buona e giusta, no?). Come sapete Eleonor & Park mi è piaciuto molto, lo consiglio a chi ha voglia di una storia capace di sciogliere anche i cuori di pietra. Della Quinta Onda invece vi ho parlato solo vagamente in un post ma, adesso che ho finito questo libro, vi posso dire che vale veramente la pena leggerlo. Per Il Piccolo Principe penso poi che non ci siano bisogno di spiegazioni. Quanti di voi l'hanno letto?




E per finire col botto...La Caduta dei tre regni. Ancora non l'ho letto ma ho sentito recensioni ultra positive! Lo stesso vale per Lo Straordinario mondo di Ava Lavander, libro che mi è stato regalato per la Befana da mia madre. Ultimo ma non ultimo...La Stagione della Falce. Come sapete questo libro mi è piaciucchiato ma non ha minimamente sfiorato le mie aspettative...peccato.



Cosa ne pensate di questi libri?
Che cose avete ricevuto per queste passate feste?
Fatemi sapere nei commenti!

sabato 24 gennaio 2015

Eleanor & Park di Rainbow Rowell - World After di Susan Ee - L'amore bugiardo di Gillian Flynn


Buongiorno a tutti!
Oggi sono qua per recensire ben tre libri. Queste saranno mini recensioni, visto il pochissimo tempo che ho a disposizione ultimamente per il blog. Fatemi sapere cosa ne pensate dell'iniziativa!
Per vedere la trama e i dettagli dei libri di cui palerò basta cliccare sul titolo!



ELEANOR & PARK di Rainbow Rowell


Rainbow Rowell. Un nome che la dice lunga su questa scrittrice.
Di Rainbow Rowell tutti parlano, ma io non avevo ancora letto nulla. Ho quindi colto al volo l'opportunità di comprare Eleonor & Park con la nuova copertina -che è decisamente migliore della precedente- e mi sono innamorata.
Quest'autrice dal nome hippie si merita ogni singolo complimento che le è stato fatto.
Mi sono immedesimata totalmente nei due protagonisti e la loro storia d'amore mi ha fatto sciogliere. La dolcezza di questi due ragazzi è unica. Li ho shippati quasi quanto shippo il Delena (e questo la dice lunga).
C'è chi non ha apprezzato il finale, ma io su questo non mi pronuncio. Vi consiglio piuttosto di non perdere tempo e leggere questo libro.
Una lettura dolce, romantica, ma assolutamente intensa.





WORLD AFTER di Susan Ee
(secondo volume della serie Penryn and the end of the days)



Che Susan Ee mi avesse stregata con Angel Fall, non era un segreto. Ma non ho parole per descrivere quanto questo libro sia fantastico.
Vi dico solo questo: ho letto l'intero libro -IN LINGUA- in un solo giorno.
Le pagine di questo libro sono intrise di azione, suspance e colpi di scena. Il romance martella la testa del lettore e lo fa dannare fino all'ultima pagina. Una montagna russa che non annoia mai.
Non vedo l'ora di avere tra le mani il terzo volume. Nel frattempo vi consiglio di correre a leggere questi primi due volumi e di innamorarvi di Penryn e Raffe.









L'AMORE BUGIARDO di Gillian Flynn



Questo libro vi farà impazzire.
Potete anche arrendervi sin dall'inizio ed evitare di fare congetture su congetture.
Gillian Flynn è imprevedibile. E' un sadico genio.
Tutta questa storia è folle. I personaggi si detestano in un primo momento e in quello dopo si odiano definitivamente. Un gioco pericoloso che non lascia scampo ai giocatori e che vi ridurrà sull'orlo della pazzia. E' impossibile prevedere dove vi condurranno i folli personaggi di Gillian Flynn.
Non ho altre parole per questo libro, vi consiglio solo di leggerlo per toccare con mano la genialità di questa scrittrice.







E voi avete letto questi libri?
Cosa ne pensate?
Fatemi sapere!

domenica 18 gennaio 2015

PARLIAMONE Mockingjay di Suzanne Collins

Rubrica a cadenza assolutamente casuale.  Nei ''Parliamone'' discuterò dei libri letti senza evitare gli spoiler, così potremo sclerare insieme per i colpi di scena, le  morti e gli inciuci dei nostri personaggi preferiti.

Ok gente. Ecco il punto: se non esprimo i miei pensieri riguardo a questo libro, non ne uscirò.
Premetto che tutto ciò che leggerete è una mia personalissima opinione, no offence. 

Essendo un PARLIAMONE ci saranno TONNELLATE DI SPOILERS, se non avete letto i libri quindi non vi conviene rimanere. Per leggere ciò che è oscurato basterà evidenziare il testo.
 
Breve storia di Daniela e gli Hunger Games: lessi il primo libro poco dopo aver visto il primo film ma non mi entusiasmò, così mollai. Ho poi visto il secondo e il terzo film e finalmente mi sono decisa a leggere questa trilogia (in tre giorni).
Sì, sono a scoppio ritardato, lo so.

Ho tante parole da spendere riguardo all'intera serie ma in questa ''recensione'' mi limiterò a parlare di Mockingjay.



Allora. Da dove partire?
Le mie impressioni generali: la storia è incompleta.
Mi dispiace, ma non riesco ad andare oltre a questo.
Abbiamo tre libri, pagine e pagine di intrighi politici, crude guerre e distruzione e alla fine non riceviamo alcuna conclusione.
La storia è incompleta sotto qualsiasi punto di vista.


In primis per la morte di Prim
Ragazzi, voi lo sapete che io amo i finali realistici, ma la morte di Prim è frustrante oltre ogni limite. L'inizio stesso di questa serie è segnato da Katniss che si offre volontaria per salvare la sorella. Che senso ha farla morire nel finale? 
La Collins vuole forse mostrare quanto sia dura e cruda la guerra? Ma ce l'aveva già mostrato in miliardi di altri modi, con tutte le altre millemila morti.
Voleva forse far ''emozionare'' il lettore? Perchè io non mi sono emozionata fino a che Katniss non ha ritrovato Ranuncolo. La morte di Prim mi ha semplicemente lasciata basita e infastidita.
Senza contare che la sua morte segna, sostanzialmente, la fine del libro. O, quantomeno, la fine delle azioni di Katniss. Senza però aver mai dato modo a Katniss di agire davvero.
Far morire Prim poco prima che Katniss assassini Snow mi sembra un modo per evitare quella che, in un fantasy, chiameremmo ''la battaglia finale''. Senza questa benedetta ''battaglia  finale'' il libro non ha nocciolo. La storia non ha conclusione.



In secondo luogo la storia è incompleta per la mancata chiarificazione dell'aspetto politico.
Insomma, è chiaro che questa trilogia sia fortemente focalizzata sull'aspetto politico e militare, sulla guerra tra Capitol City, i Distetti e il Distretto 13. Quindi il lettore vuole sapere, alla fine, come si concludono le cose.
In favore a che tipo di governo è stata smantellata la crudele ''tirannide'' di Snow? Non lo sappiamo.
E questo mi riporta ad altre domande:
Ma l'edizione speciale degli Hunger Games-quella coi figli dei pezzi grossi di Capitol City-  è stata comunque organizzata? Dopo che Katniss uccide la Coin, il proposito rimane? Non lo sappiamo.
E, ancora, perchè Katniss ha votato di si a questi Hunger Games se poi ha ucciso la Coin? Non lo sappiamo.
Dopo aver letto diverse recensioni mi è parso che esistano due tipi di risoluzione.
A- Katniss col il ''si, per Prim'' vuole far credere alla Coin che lei abbia il suo appoggio.
B- La decisione di Katniss di uccidere la Coin non è premeditata ma presa su due piedi.
Non mi dilungo su quale teoria potrebbe essere o secondo me è più probabile che sia esatta. 
Il punto è un altro: questo è un errore della Collins.
Non avrebbe alcun senso, altrimenti, lasciare la storia con un tale punto di domanda. Non siamo in un romanzetto da quattro soldi. Qua si parla della stessa politica che la Collins ha continuato a progettare per tre libri. Una spiegazione è necessaria.
La sua mancanza è una lacuna nel libro.



In terzo luogo trovo la storia incompleta sotto il punto di vista romantico.
Katniss sceglie Peeta
Andate a stappare tutti lo champagne per la decisione più ovvia della storia dell'umanità!
La scrittrice crede forse che dare questo contentino al fandom sia abbastanza? Che non debba darci altre spiegazione?
Alcuni si sono appellati al fatto che il romance fosse un filo meno che secondario della storia. Ma basta davvero questa come spiegazione? E' stata la Collins a tirare fuori la carta del triangolo amoroso. Mi sembra doveroso che dia una conclusione sensata a ciò che lei ha iniziato.
Ma facciamo il punto della situazione:
Peeta viene depistato e ''riprogrammato'' per uccidere Katniss. A quanto pare non esiste soluzione per invertire il processo ma, miracolosamente, dopo qualche tempo riesce a lottare contro il depistaggio ed avere dei momenti di lucidità.
Ma il Peeta che ci viene mostrato durante quei momenti è assolutamente, totalmente e innegabilmente NON innamorato di Katniss.
Com'è possibile perciò che , quando Katniss riemerge dalla sua depressione, Peeta sia lì, innamorato più che mai, ad aspettarla? 
Queste sono le due opzioni:
-O la Collins ci mostrava Peeta che tornava ad essere quello di sempre e dunque riscopriva i suoi sentimenti per Katniss.
-O si ri-innamorava di Katniss da capo.

Ma il punto è che non ci viene offerta nessuna delle due soluzioni e questo è frustrante! Il personaggio di Peeta viene ridicolizzato allo stremo. 
E Katniss stessa viene banalizzata. Non vediamo mai, alla fin fine, Katniss innamorarsi in modo inequivocabile di Peeta. Non la vediamo mai scegliere Peeta su Gale.
E Gale? Lui viene liquidato con un bel lavoro nel Distretto 2. Lui viene fatto ''fuori dai giochi'' per qualcosa che nemmeno compie! Perde le sue chance con Katniss per colpa di una bomba che lui non ha mandato.
Davvero riduciamo questi personaggi a questo? Davvero Katniss sceglie per esclusione?

E non avrei nulla in contrario a una ''scelta per esclusione'', se sopra a questo triangolo amoroso la Collins non ci avesse giocato tanto.





Quindi questi sono i motivi per cui considero Mockingjay un romanzo inconcluso, ma c'è un solo altro punto che vorrei ragionare con voi:

Le tremila morti in questo libro. 
Erano necessarie? molte no. A cosa servivano? Di certo la storia del ''dimostrare la crudezza della guerra'' non regge più. A mio parere sono solo un tentativo della Collins di creare dramma.
E' piuttosto innegabile infatti che la scrittrice tenti sempre di mostrare le emozioni del personaggio ed evocare emozioni nel lettore attraverso azioni. E' questo che manca all'intera trilogia: uno studio dei sentimenti dei personaggi. E forse, se ci avessero descritto quanto Katniss fosse stata spezzata, distrutta, annientata dagli Hunger games, non avremmo avuto bisogno della morte di Finnick per piangere.




Voi cosa ne pensate?
Vi è piaciuta questa conclusione?
Cosa avreste cambiato?


mercoledì 14 gennaio 2015

Currently Reading

Rubrica a cadenza -teoricamente- settimanale nella quale vi dirò cosa sto leggendo al momento.


Buongiorno a tutti! 
Scusatemi se sono stata assente ultimamente, la scuola ha occupato gran parte del mio tempo!
Voi come ve la passate?





Adesso sto leggendo La quinta onda, libro di cui ho sentito parlare molto bene da chiunque.
Devo dire che mi ha piuttosto spiazzata, mi aspettavo un libro molto meno impegnativo, più leggero. Ad ogni modo, anche se non me l'aspettavo così,  il libro mi sta piacendo molto. Lo stile è davvero stupefacente.
Peccato che con gli  impegni di scuola non sia mai abbastanza libera di leggermelo in santa pace!

E voi cosa state leggendo?
Come ve la passate?
Avete letto la quinta onda?